Christian Boltanski. Anime. Di Luogo in Luogo.

2_Animitas (blanc) © C. Boltanski

Da vent’anni Christian Boltanski (Parigi, 1944) ha un rapporto privilegiato con Bologna: nel 1997 la città ha ospitato la sua prima grande personale italiana in cui venne presentata l’opera Les Regards, ispirata alle fotografie di partigiani fucilati che i parenti collocarono in un angolo di piazza Nettuno dopo la Liberazione, mentre dal 2007 nel Museo per la Memoria di Ustica i resti del DC9 esploso in volo sono accompagnati da una sua installazione permanente che commemora le 81 vittime dell’incidente aereo con una costellazione di specchi neri e lumi intermittenti che trasformano la sede espositiva in un sacrario laico.

Continua a leggere

Annunci